Teo Moneyless Pirisi incontra Agliana al Teatro Moderno - Street Art Agliana
21855
single,single-post,postid-21855,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-3.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
Teo-Moneyless-Pirisi-incontra-Agliana-al-Teatro-Moderno

Teo Moneyless Pirisi incontra Agliana al Teatro Moderno

Il progetto partito nel 2015 si allarga e quest’anno vedrà come protagonista l’artista Moneyless.

Street Art Agliana è un progetto di riqualificazione urbanistica e promozione culturale promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Agliana, ideato e coordinato da Keras Società Cooperativa.
Per l’edizione 2016 di Street Art Agliana l’artista Teo “Moneyless” Pirisi realizzerà un importante intervento artistico in uno spazio pubblico della città toscana. L’artista, noto per il suo stile astratto e geometrico, ha lavorato in tutto il mondo, realizzando murales negli Stati Uniti, Australia, Europa, America Latina e, ovviamente, in Italia.
Il murales di Moneyless, che sarà realizzato nel mese di maggio, rappresenta un momento molto significativo del progetto promosso dall’Assessorato alla Cultura di Agliana.
Il progetto, infatti, vede come punto di partenza i percorsi educativi realizzati nelle scuole pubbliche e paritarie di Agliana. Nelle attività di mediazione culturale sono valorizzati i linguaggi della street art, fenomeno artistico che consente non solo di avvicinare gli alunni all’arte contemporanea, ma anche di sottolineare la sostanziale differenza fra atto vandalico e Street Art, tra vandalo e writers.

Teo-Moneyless-Pirisi-incontra-Agliana-al-Teatro-Moderno
Teo-Moneyless-Pirisi-incontra-Agliana-al-Teatro-Moderno

Moltissime le domande poste all’artista Moneyless, il quale ha descritto in prima persone la genesi e la continua evoluzione della sua ricerca artistica. “Nel mio percorso artistico ho sempre privilegiato una ricerca che potesse evolversi, dalle installazioni al disegno, dalla pittura su tela ai murales. Ho guardato con attenzione alle esperienze di Bruno Munari, il mio astrattismo geometrico mi differenzia moltissimo rispetto al panorama internazionale della street art”.

Molto interessante anche il suo rapporto con il paesaggio naturale e quello artificiale. “Le installazioni che mi hanno fatto conoscere in tutto il mondo avevano la caratteristica di essere totalmente immerse nella natura, mentre i miei murales compaiono nei contesti urbani. Il contatto fra queste mie opere è rappresentato dalla linea geometrica e gli accostamenti cromatici, dalla mia continua ricerca di creare composizioni geometriche. Negli ultimi anni ho spezzato il cerchio e lavorato molto alla serie “Frammentazioni”, che certamente saranno presenti anche nei miei lavori di Agliana”.

Entro il 20 di maggio verranno svelati i luoghi nei quali Moneyless realizzerà i due murales.

No Comments

Posta un commento